Una guardia giurata di 55 anni, Emidio Fanelli, si è tolta la vita a Leporano, nel Tarantino, dopo aver ucciso la figlia Rossana, ventottenne studentessa universitaria e receptionist Cepu a Lecce.

Il fatto è avvenuto questa mattina in via Vivaldi. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale stazione e i colleghi della Scientifica, che stanno ascoltando i testimoni. I carabinieri che stanno indagando sull’omicidio-suicidio di Leporano ipotizzano che la figlia della guardia giurata possa essere stata colpita mentre tentava di disarmare il genitore, sorpreso nel momento in cui stava per suicidarsi. Secondo alcuni familiari, ascoltati dai carabinieri, l’uomo aveva scoperto da poco tempo di soffrire di una grave malattia. I carabinieri stanno ascoltando familiari e vicini di casa della guardia giurata di 55 anni di Leporano che ha ucciso con colpi di pistola la figlia di 28 anni e si e’ tolto la vita con la stessa arma. L’uomo viveva assieme alla moglie e alle due figlie. La procura di Taranto ha affidato al medico legale Massimo Sarcinella il compito di eseguire le autopsie, anche per accertare l’esatta dinamica dei fatti poiche’ si ipotizza che la ragazza sia stata ferita a morte mentre tentava di disarmare il padre che voleva suicidarsi. Il cadavere della ragazza e’ stato trovato riverso sul pavimento del bagno, quello del padre sul divano. L’uomo, secondo alcune testimonianze raccolte dagli inquirenti, aveva scoperto da qualche tempo di avere un grave problema di salute e da alcune settimane era in cassa integrazione.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × uno =