Con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti Giovanni Mezzi, 51enne di Sannicola, ha patteggiato ad un anno e mezzo di carcere. La pena, sospesa, è stata disposta dal gup Alcide Maritati.

L’arresto risale allo scorso 14 settembre. L’uomo, visibilmente agitato alla vista delle forze dell’ordine, negò più volte di essere in possesso di droga. I militari, però, trovarono otto grami di hashish in un cassetto della sua camera da letto e trentadue grammi di eroina di ottima qualità, un bilancino per pesare le dosi e altro materiale per il confezionamento della sostanza. Il presunto pusher venne dapprima accompagnto in caserma e successivamente arrestato e accompagnato presso il carcere di “Borgo San Nicola”. Mezzi era difeso dagli avvocati Luigi Rella e Maria D’Alessandro.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

1 × tre =