Un’area di circa diecimila metri quadrati, che si trova a Galatone a circa dieci metri dal piano di campagna, all’interno del perimetro aziendale ed adibita allo stoccaggio di rifiuti ed al deposito di automezzi, è stata sequestrata al termine di una verifica ambientale dai carabinieri del nucleo operativo ecologico di Lecce.

L’amministratore unico della società è stato denunciato a piede libero per stoccaggio di rifiuti speciali non pericolosi su area non autorizzata, omessa richiesta della prescritta autorizzazione per lo scarico delle acque di dilavamento dei piazzali nonche’ per inosservanza dei provvedimenti impartiti dall’autorita’, essendo emerso che l’ufficio minerario regionale, a seguito di precedente controllo effettuato nel 2011, aveva gia’  intimato all’azienda il ripristino dello stato dei luoghi che prevedeva l’asportazione dei rifiuti illecitamente stoccati.
I militari hanno anche sequestrato: un rimorchio  contenente rifiuti misti (costituiti da ingombranti tritati ed altri rifiuti speciali tra cui spugne, legno, tessuti), un rimorchio  contenente rifiuti speciali costituiti da pneumatici fuori uso,  e altri rifiuti metallici abbandonati sul terreno.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

otto − uno =