Le fiamme sono divampate nel cuore della notte, intorno alle 3, interessando il cancello dell’abitazione di un 49enne gallipolino, operatore ecologico già noto alle forze dell’ordine. Sulle cause, gli investigatori non si sbilancino, ma l’attività di indagine potrebbe riservare qualche sorpresa.

L’incendio è di chiara natura dolosa: nelle vicinanze del cancello dell’abitazione, che sorge in via Montale, a Gallipoli, infatti, sarebbero stati rinvenuti frammenti di una tanica di benzina. Fortunatamente, i danni sono contenuti.
Sul posto, per spegnere il rogo, sono intervenuti i vigili del fuoco di Gallipoli, giunti insieme ai carabinieri della compagnia ionica. I militari hanno raccolto le dichiarazioni della vittima ed hanno avviato le indagini. L’uomo è un dipendente della società Seta-Cogei e non è escluso che il motivo dell’atto incendiario sia da cercare nell’ambito lavorativo del 49enne.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

due × quattro =