Un congegno elettronico fraudolento installato presso lo sportello bancomat dell’ufficio postale di Corso Roma a Gallipoli è stato scoperto questa mattina dagli agenti del commissariato.

L’artificio, costruito artigianalmente, permetteva di immagazzinare i dati bancari in transito dalle schede bancomat e, allo stesso tempo, attraverso una micro camera, di vedere a distanza il codice segreto che gli ignari clienti digitavano durante le operazioni.
In questo modo, grazie ai dati catturati dalla banda magnetica, i malviventi avrebbero clonato le schede e con queste, avendo il codice, avrebbero proceduto ai prelevamenti.

Subito intervenuti, gli agenti, dopo un’accurata ispezione, avevano notato che una placca metallica sottilissima e ben mimetizzata, era stata attaccata con nastro biadesivo sul soffitto della postazione bancomat. successivamente la rimuovevano per sottoporla a sequestro penale a carico di ignoti.
Tuttavia, in queste ore sono in corso accertamenti per risalire all’individuazione dei responsabili della frode informatica.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

14 − 1 =