“Ci dispiace per come è andata. L’unico rammarico che abbiamo è che non abbia sentito l’esigenza di farci anche solo una telefonata per dire: ‘Mi dispiace’. Per noi era come un figlio”. Così i genitori di Emma Marrone

esprimono su ‘Gente’, il settimanale Hearst magazine Italia diretto da Monica Mosca, nel numero in edicola da lunedì 29 ottobre, il loro rammarico per come è finita la vicenda del fidanzamento della loro figlia con Stefano De Martino. Il settimanale presenta questa settimana interviste esclusive a parenti e amici di Emma Marrone, per ricostruire anche la vita della cantante salentina, tra successi e vicende dolorose.

Come il tumore all’utero e alle ovaie, brillantemente superato, ricordato nella conversazione con Rosario e Maria Marrone, i genitori di Emma: “Era il 2009 quando le fu diagnosticato il tumore e noi tutti ci rimboccammo le maniche, come succede in tutte le famiglie. Ma un ruolo importante ebbe la fede nel Signore, che non abbiamo mai perso”. “E poi, quando eravamo a Roma a fissare le visite di controllo, Emma decise di partecipare alle selezioni di ‘Amici’. Ed entrò nella scuola di Maria De Filippi. Fu il suo modo di reagire”, aggiungono i genitori. Tumore che comunque non impedira’ a Emma di diventare mamma: “I medici ci hanno rassicurato: Emma può diventare madre. Fino ad ora non ci ha mai provato. Sara’ lei a decidere quando e come”.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno + quindici =