Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti: questa è l’accusa che ha fatto scattare le manette ai polsi di due minorenni di Miggiano e denunciato in stato di libertà, per favoreggiamento personale, altri due minori di Poggiardo.

All’arresto, i carabinieri della Stazione di Specchia, sono giunti al termine di una serrata attività d’indagine iniziata qualche settimana fa, quando i militari avevano raccolto diverse informazioni, secondo le quali due ragazzini di Miggiano erano il volano della vendita di marijuana nel paese. In particolare i due erano indicati quali rifornitori di fiducia di numerosi giovanissimi di Miggiano e vari paesi limitrofi. Durante i numerosi servizi di osservazione svolti sul conto dei minori, i Carabinieri hanno notato che, effettivamente, i due avevano un’intensa vita sociale che li portava ad uscire molto spesso, e sempre insieme, per poi incontrarsi, in genere in posti isolati, con tantissimi loro coetanei si di Miggiano che provenienti da tanti centri del sud Salento. Nella serata di ieri i minori sono stati notati muoversi verso una contrada di Miggiano isolata dall’agglomerato urbano dove, dopo pochi minuti, sono stati raggiunti da due loro coetanei. Una volta insieme i quattro hanno iniziato ad armeggiare intorno ad un involucro costituito da carta di giornale appallottolata. Essendo evidente che qualcosa di anomalo stava accadendo, i Carabinieri della Stazione di Specchia si sono avvicinati al gruppetto e nel farlo hanno notato uno dei due minori di Miggiano che tentava di disfarsi dell’involucro cartaceo. È emerso che i quattro stavano confezionando uno spinello con marijuana presa dal foglio di giornale all’interno del quale vi erano altri nove grammi di stupefacente. Il controllo è proseguito addosso ai minori e nelle loro abitazioni. Durante le perquisizioni domiciliari i militari della Stazione Carabinieri di Specchia hanno rinvenuto, a casa dei due ragazzini di Miggiano, rispettivamente cinque grammi di marijuana gia confezionati in tre dosi e 48 grammi della stessa sostanza di cui sei contenuti in un barattolo e i rimanenti già confezionati in ventisei dosi pronte per essere immesse sul mercato. Portati presso gli uffici della Stazione Carabinieri di Specchia, i minori miggianesi sono stati dichiarati in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente mentre i loro coetanei sono stati denunciati in stato di libertà per favoreggiamento personale. Dell’avvenuto arresto è stato informato il P.M. di turno della Procura della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Lecce, dr. Imerio Tramis, che ha disposto il trasferimento presso un’idonea struttura di Lecce dei due arrestati e l’affidamento ai genitori dei minorenni deferiti.