Nel futuro c’è il recupero degli antichi mestieri, quelli dei nostri nonni, probabili nuove opportunità per la costruzione di una nuova cultura e nuove consapevolezze.

Domani, venerdì 5 ottobre, alle ore 10, nella sala conferenze del Museo provinciale “Sigismondo Castromediano”, a Lecce, prenderà il via il convegno dal titolo “Nuove opportunità da antichi mestieri”, promosso dall’ente di formazione professionale Ascla, in partenariato con Provincia di Lecce, Comune di Casarano, Puglia Promozione, Consorzio Beni culturali Italia, Consorzio Emmanuel, Inecoop, Consorzio Artigiani Lecce, Diocesi Nardò – Gallipoli e Diocesi Ugento – Santa Maria di Leuca.

In apertura dei lavori sono previsti i saluti del presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, della vice presidente della Regione Puglia Loredana Capone, del sindaco di Lecce Paolo Perrone, del direttore di Confartigianato di Lecce Amedeo Giuri, dell’assessore provinciale alla Formazione professionale e Politiche del lavoro Ernesto Toma.  Seguiranno gli interventi del presidente Ascla Giuseppe Negro, del presidente del Consorzio Emmanuel Daniele Ferrocino, del presidente del Consorzio Beni culturali Italia Andrea Ferraris. Concluderà i lavori il presidente della Fondazione con il Sud Carlo Borgomeo. Il convegno sarà moderato dal direttore del Centro studi salentini Antonio Cassiano.

Nel convegno saranno ripercorse le tappe del progetto intitolato “Tutela e valorizzazione delle lavorazioni artistiche ed artigianali in cartapesta”, attuato da Ascla e finanziato dalla Fondazione con il Sud, grazie al quale è nata la cooperativa sociale “Fatti di carta”. Composta da giovani e soggetti svantaggiati, formati per diventare artigiani della cartapesta, la cooperativa è oggi una realtà nel territorio salentino, dove produce manufatti di carta, riscoprendo il valore di un’esperienza manuale che da secoli caratterizza la cultura artigiana locale.

Il convegno inaugura e fa parte delle attività della prima Biennale nazionale dell’Arte della cartapesta, iniziativa di promozione del patrimonio culturale del Salento, delle tradizioni artistiche ed artigiane, che si snoderà in tre tappe espositive fino al 2013.

La prima, dal titolo “Premio cartapesta 2012. La cartapesta tra tradizione e futuro”, sarà allestita nelle sale del Museo provinciale “Castromediano” e presenterà le opere di giovani artisti e designer nazionali e internazionali che lavorano la carta, con particolare attenzione alle fibre cellulosiche che derivano dal riciclo. La seconda, dal titolo “La carta e l’artigianato artistico”, in collaborazione con Confartigianato e Comune di Lecce, prevede l’allestimento, nelle sale dell’antico palazzo Vernazza, di opere di giovani artigiani salentini che lavorano la carta coniugando tradizione e innovazione. La terza e ultima tappa, intitolata “Santi nel Salento. I restauri della scultura in cartapesta”, in collaborazione con il Museo “Castromediano” e l’Arcidiocesi di Lecce, si terrà nelle sale dell’Episcopio, dove saranno esposte le sculture del patrimonio ecclesiastico recuperate al degrado grazie alla politica di salvaguardia e valorizzazione avviata da tempo dalla Provincia di Lecce.

Nell’ambito delle iniziative, inoltre, sarà offerta come premio alla carriera la prestigiosa Targa della Presidenza della Repubblica.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − 6 =