“Il Direttore Generale è sospeso cautelativamente in attesa di fare luce sulla vicenda. Non sapevo di questo incontro con il sig. De Pascalis, che apprendo solo oggi dal giornale.” Lo comunica in una nota il Magnifico Rettore dell’Università del Salento, Domenico Laforgia

,  che in un comunicato spiega di avere preso la decisione dopo avere letto di notizie su presunte pressioni che Miccolis avrebbe esercitato su un funzionario dell’Universita’ responsabile dei concorsi per convincerlo a chiedere un trasferimento. Il dialogo che ci sarebbe stato tra Miccolis e il dirigente Manfredi De Pascalis, esponente della Cgil e capo dell’ufficio reclutamento dell’ateneo (che avrebbe registrato la conversazione) e’ stato pubblicato dalla Gazzetta del Mezzogiorno. Nell’incontro il direttore generale avrebbe promesso avanzamenti di carriera al funzionario in cambio di un suo volontario spostamento ad un altro settore. La vicenda e’ collegata ad un controverso concorso per tre posti di dipendente amministrativo annullato per presunte irregolarita’ dallo stesso Miccolis.  “ Non posso che dissociarmi da ciò che ho letto in quanto non rientra nella mia visione dei rapporti istituzionali e personali. Il Direttore è stato scelto per le sue ottime capacità di tecnico, ha completamente ristrutturato l’amministrazione dell’Ateneo e ha dato prova di essere capace di dragare finanziamenti e risolvere problemi con il Ministero. Tuttavia, non posso accettare che esista un’etica pubblica e un’etica privata. L’etica è soltanto una. La presenza del Direttore generale, se la conversazione pubblicata fosse vera, risulterebbe incompatibile con la linea di rigore che abbiamo mantenuto finora. D’altra parte, è eticamente inqualificabile che un dirigente sindacale circoli in Ateneo con il registratore in tasca.”

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

dodici − uno =