L’emergenza non accenna ad arrestarsi e con il mare calmo di questi ultimi giorni sono le riprese le traghettate clandestine verso le coste salentine.
Trentadue cittadini asiatici di varia nazionalità, tra cui sei minorenni e quattro donne, sono stati rintracciati in mattinata dalla polizia

mentre a gruppetti percorrevano a piedi la litoranea alla periferia di Nardo’. Gli immigrati clandestini sarebbero sbarcati sulla costa jonica tra Santa Caterina al Bagno e Serra Cicora da natanti i cui piloti hanno poi ripreso il largo.

Tutti in discrete condizioni di salute, dopo avere ricevuto una prima assistenza ed essere stati rifocillati dalla Caritas di Nardo’ sono stati trasferiti nel centro di prima accoglienza don Tonino Bello di Otranto dove sono in corso le operazioni di identificazione.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.