Un doppio appuntamento tutto iraniano, che vede Koreja impegnata con due spettacoli dedicati ad un pubblico di più giovani entrambi per la regia di Salvatore Tramacere: ALICE il nuovo lavoro della compagnia, tratto dal capolavoro di L. Carroll in scena mercoledì 10 ottobre presso BoAli Hall in una doppia replica alle ore 10.00 e alle ore 18.00 e GIARDINI DI PLASTICA, lo spettacolo storico che Koreja porta in tutto il mondo ormai da 18 anni in scena  giovedì 11 ottobre alle ore 16.00 e alle ore 18.00 presso Fadjr Hall.  

Prosegue così il tour internazionale dei Cantieri Koreja. Dopo le recentissime tappe del tour estivo in Polonia, Serbia, Romania, Svizzera, Croazia e Albania, Koreja torna in Iran, ad Hamadan, una tra le più antiche città iraniane e del mondo, situata a 400 chilomentri a sud-ovest di Teheran, nell’ambito del 19th International  Theater Festival for Children & Youth uno fra i più importanti festival della regione, che si svolge dal 9 al 14 ottobre.

Alice è un’adolescente e si prepara a lasciare la casa dove è cresciuta. I bagagli sono pronti, è l’ultima notte. Ma quando la ragazza si addormenta, sogni, incubi e paure vengono a trovarla, insieme ai giochi dell’infanzia e ai giocattoli grazie a cui è diventata grande: così fiori parlanti, un coniglio pazzerello, un cappel¬laio matto, una bambola regina, due cavalieri-scioglilingua, un gatto e un vocabolario a forma di uovo, trasformano quella notte d’addio in un vero e proprio rito di inizia¬zione alla nuova vita.

Giardini di Plastica è un viaggio sorprendente alla scoperta di mondi fatati dove colori, luci e suoni assecondano i desideri. Mondi a sé, ciascuno con le proprie meraviglie, dove si possono incontrare extraterrestri, samurai, fate, angeli…Dove c’è posto per i ricordi, i sogni, le emozioni.