Ventiquattro anni di reclusione sono stati confermati, anche in appello, per il 53enne di Gallipoli, Gaetano Luce Bianco, finito in carcere per l’omicidio di Sergio Tundo, 41 anni, di Galatina. Un delitto consumato a Tuglie, il 5 maggio 2009.

Secondo l’accusa, Bianco avrebbe importunato la madre di un amico della vittima, arrivando nella sua abitazione, per appropriarsi della biancheria intima della donna. Proprio tale intromissione, avrebbe spinto la signora ad incontrarlo per chiedergli di farla finita. E all’incontro presero parte il figlio della donna e un suo amico, Sergio Tundo. Scoppiò un litigio e si arrivò alle mani.

Tundo, intervenuto per difendere il figlio della donna, ebbe la peggio: fu colpito e ucciso con due coltellate all’addome. Il suo legale dell’imputato, l’avvocato Luigi Corvaglia, ha già annunciato ricorso per Cassazione.