I finanzieri della Compagnia di Lecce hanno sottoposto a sequestro amministrativo 6 videopoker del genere vietato, per violazione al Testo Unico Leggi di Pubblica Sicurezza, in quanto sprovvisti delle necessarie autorizzazioni e non conformi alla vigente normativa.

L’intervento, finalizzato al contrasto del gioco d’azzardo perpetrato a mezzo   di apparecchi di intrattenimento e di gioco illegali, è stato eseguito presso una sala giochi sita nel capoluogo.

Il titolare che è risultato inoltre sprovvisto della prescritta licenza per la detenzione di una sala giochi, è stato segnalato all’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, e rischia una sanzione amministrativa di ben 16.000 euro (€ 4.000 per ogni apparecchiatura detenuta illegalmente).

Il detentore dei videogiochi illegali è stato, inoltre, segnalato alla locale A.G. in quanto il locale era sprovvisto della mancata esposizione della “tabella dei giochi proibiti”.

Le apparecchiature sequestrate, come prevede il stesso Testo Unico di Pubblica Sicurezza, sono destinate alla confisca ed alla successiva distruzione.