È un successo straordinario quello registrato dallo Spazio Puglia alla 9° edizione  del Salone del Gusto di Torino: si fa fatica a camminare nei corridoi del Mercato più gustoso del mondo, fra le postazioni delle 72 aziende e dei 15 presidi Slow Food pugliesi, presi letteralmente d’assalto

da appassionati, intenditori, semplici curiosi delle tipicità locali, armati di carrello della spesa.  Come pure, registrano il tutto esaurito i laboratori del Gusto e le degustazioni guidate a cura di Slow Food. Pubblico da grandi occasioni tutti i giorni anche per lo Show Coocking a cura degli chef pugliesi, allestito nell’area istituzionale della  Regione Puglia.
“La grande motivazione che accompagna la partecipazione di un così alto numero di produttori espositori  – spiega l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari  Dario Stefàno – conferma la piena condivisione della strategia regionale e trova forza nella straordinaria risposta di pubblico e nella attenzione degli operatori e della stampa specializzata che racconta con sempre maggiore evidenza una Puglia quale esperienza e modello di riferimento nel mondo.”
La Regione Puglia, per questa prima edizione unificata di Salone del Gusto e Terra Madre (perché, come spiegano dal capoluogo sabaudo, l’universo della gastronomia e del mangiare bene non può prescindere dalla figura dell’agricoltore) ha scelto di puntare sul marchio Prodotti di Qualità Puglia, “perché –- sottolinea Stefàno è  coerente con la nostra strategia regionale di investire sulla Tracciabilità del prodotto e di puntare al valore dell’autenticità”.
Autenticità, dunque, quale asset strategico che accompagna le politiche di sviluppo regionali e che trova solidità nel “Marchio Prodotti di Qualità Puglia”, definitivamente avviato dopo una severissima valutazione dell’UE. Domani il marchio Prodotti di Qualità Puglia sarà presentato alla stampa nazionale con un appuntamento prestigioso: con l’assessore Stefàno anche il presidente della Regione Nichi Vendola e il patron di Slow Food Carlo  Petrini (appuntamento alle ore 19.30 nella sala conferenza dello Spazio Puglia).
“Il Marchio, che presenteremo alla stampa anche in questa prestigiosa rassegna – conclude l’assessore Stefàno – si pone l’obiettivo di accompagnare i nostri produttori in un mercato mondiale troppo spesso violentato dalla contraffazione e dai “falsi d’autore”. Da un lato, quindi, vogliamo difendere le produzioni pugliesi dalle imitazioni e, dall’altro, valorizzare e mettere in evidenza le qualità organolettiche e l’autenticità di una tradizione antica che è tornata ad essere orgoglio identitario di una intera comunità regionale.”

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

sedici − undici =