Promosso dalle Unità Operative di Oncologia delle ASL di Lecce e Brindisi, in collaborazione con l’Associazione “A. Serra”,  giovedi’ prossimo 4 ottobre, alle ore 20, presso il teatro “Verdi” di Brindisi, si terrà la manifestazione “Sorridere è terapeutico. Le oncologie delle ASL di Lecce e Brindisi si presentano al Salento”.

La manifestazione intende racchiudere sia l’evoluzione scientifica ottenuta nel Salento che i nuovi modelli organizzativi dell’oncologia, in una realtà  che solo sei anni fa era ritenuta carente di strutture e di organizzazione medico scientifica. I dati oggi parlano chiaro: nelle oncologie di Brindisi e Lecce si registra una media di 1000 ricoveri ordinari annui e tra le 12 e 14 mila prestazioni ambulatoriali ogni anno.  
Due modelli d’eccellenza portati avanti con grande fatica dai direttori delle due oncologie, il dr. Saverio Cinieri a Brindisi ed il dr. Vito Lorusso a Lecce, che proprio in questi giorni ha lasciato la direzione leccese per dirigere l’Istituto Oncologico di Bari. Al Teatro Verdi di Brindisi, nella serata di giovedì 4 ottobre, presentata dal giornalista Ilio Palmariggi, direttore della comunicazione della ASL Lecce, si darà spazio al cabaret di Zelig, con due momenti d’intrattenimento paticolari che vedranno la presenza di Giovanni Cacioppo nella prima parte e del gruppo salentino “Ciciri e Tria”, subito dopo. Ad aprire la serata gli interventi del presidente dell’Associazione Angela Serra, Silvio Laterza, del direttore dell’oncologia della ASL di Brindisi, Saverio Cinieri e del dr. Vito Lorusso, già direttore dell’oncologico della ASL di Lecce, del dr. Ottavio Narracci, direttore Sanitario della ASL di Lecce, del direttore Generale della ASL di Brindisi, Paola Ciannamea, del Sindaco di Brindisi, Mimmo Consales e del Presidente della Provincia di Brindisi Massimo Ferrarese.
Dalla mattina del 4 ottobre e fino a sabato 6 ottobre presso “Tenuta Moreno” di Mesagne si affronteranno gli aspetti scientifici della terapia antineoplastica con la presenza di 90 tra relatori e moderatori provenienti da ogni parte d’Italia.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × due =