Alla vigilia della sfida di Lumezzane Franco Lerda si presenta per la solita analisi del pre-gara a poche ore dalla partenza in terra lombarda. L’avversario che incontreremo sarà all’altezza di questo Lecce.

É una squadra costruita per vincere ed ha giocatori di valore che hanno già calcato i campi di questa categoria, senza dimenticare elementi di esperienza come Marcolini e Mandelli. Rispetto al Trapani sono meno fisici ma con più qualità; sul piano dei centimetri concedono qualcosa in mezzo al campo ma sanno giocare a calcio”.

.Sulle condizioni dei singoli, mister Lerda espone caso per caso le situazioni degli acciaccati in vista del probante impegno esterno:  “Non so ancora se schierare Pià. Il ragazzo ha recuperato ma è convalescente, tuttavia sarà tra i convocati. Non è detto che metta Malcore titolare, potrei anche alzare Bogliacino sulla linea degli attaccanti insieme a Falco. Sulla mediana Memushaj rimarrà a casa a causa di un problema ai flessori. Per quanto concerne la difesa – prosegue Lerda – credo che il modulo conti sino ad un certo punto. Devo ancora sciogliere gli ultimi dubbi perchè nel reparto arretrato ho tante soluzioni, valuterò nelle prossime ore.Pià ha recuperato ma devo ancora valutare se schierarlo o meno. Il ragazzo sicuramente sarà della partita ma dovrò ancora sciogliere gli ultimi dubbi. Malcore? Non è detto che parta lui da titolare ma è possibile anche che alzi Bogliacino per affiancarlo a Falco”.

Sui casi Chevanton e Jeda il tecnico giallorosso predica cautela: ” dobbiamo avere azienza, il problema di Jeda si è rivelato più complicato del previsto per cui non credo lo riuscirò a recuperare per la prossima settimana. Cheva, invece, non è ancora al top e ha bisogno di lavorare ancora. Spero di averlo al massimo della forma per il mese di dicembre.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

3 × cinque =