Ha perso le staffe quando i carabinieri hanno elevato una multa nei confronti del figlio. È stato a questo punto che, accecato dall’ira, un 60enne di Parabita è andato su tutte le furie ed ha aggredito i carabinieri.

Padre e figlio sono finiti nei guai: il primo, Giovanni Prete, 60enne, è stato arrestato per violenza ,minaccia e resistenza a pubblico ufficiale, mentre il figlio, S.M.P., 21enne, è stato deferito in stato di libertà per il medesimo reato.
I fatti risalgono a ieri sera, quando i militari della stazione locale dei carabinieri hanno fermato per un controllo alla circolazione l’auto sulla quale viaggiavano padre e figlio. L’accertamento dei carabinieri si era concluso con una multa, ma è stato a questo punto che il 60enne è andato su tutte le furie e, dopo avere inveito più volte verso i militari, ai quali si è rivolto con frasi minacciose, è passato ai fatti: l’uomo si è scagliato violentemente contro i militari, colpendo uno dei due con un pugno al volto. Il militare visitato presso l’Ospedale di Gallipoli ha riportato otto giorni di prognosi per la lesione, mentre l’aggressore a sua volta visitato a Casarano, per l’agitazione conseguente, ha riportato 5 giorni di prognosi. Giovanni Prete è stato arrestato ed accompagnato presso la sua abitazione, in regime di arresti domiciliari.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

11 + cinque =