Sono stati beccati dai carabinieri mentre rubavano materiale edile in un cantiere a Lecce e sono finiti  “al fresco”, chi in carcere chi ai domiciliari. Si tratta di Ravi Aldo, 27enne, Blago Jhoanne, 24enne, C.G., 26enne, tutti leccesi e accusati di furto.

L’episodio è avvenuto intorno alle 20.00 di ieri sera, quando la pattuglia dei Carabinieri, in servizio antirapina in prossimità della SS Lecce-San Cataldo, ha notato dei movimenti sospetti all’interno dell’ area “TRAX ROAD” che costeggia l’arteria a scorrimento veloce. Insospettiti dal buio, i militari si sono avvicinati alla recinzione del cantiere ed hanno notato due giovani, intenti nel caricare del materiale dal cantiere, talmente impegnati da essere incuranti dell’arrivo dei militari. Immediatamente bloccati sul posto, durante le operazioni di verifica, i Carabinieri scorgevano a poca distanza una Fiat Punto ed una ragazza: l’immediato controllo della vettura portava al rinvenimento di altra refurtiva, pronta per essere trasportata altrove.
Per i doverosi accertamenti di rito i tre giovani sono stati accompagnati in Caserma in via Lupiae, dove hanno inutilmente accampato scuse per giustificare il furto: il legno sarebbe servito per scaldarsi.
Tuttavia, stante le numerose aggravanti ed atteso che la refurtiva (numerosi pannelli in legno e un tubo per impianti elettrici) sarebbe certamente stata rivenduta di lì a poco al primo ricettatore offerente, d’intesa con il Magistrato di turno presso la Procura della Repubblica di Lecce (dott.ssa LICCI), i tre ladri sono stati dichiarati in stato di arresto e condotti ai domiciliari, tranne Blago condotto in carcere, in attesa della direttissima.

[widgetkit id=88]

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

sei − uno =