Sorpresi in macchina con oltre 300 grammi di marijuana con l’accusa di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti Gianluca Crusafio, di 20 anni e Luca Carrozza, di 22, entrambi di Matino, hanno chiuso i propri conti con la giustizia patteggiando due anni ed otto mesi di reclusione.

I due giovani finirono in manette la sera dello scorso 4 maggio. Furono “pizzicati” dagli agenti di polizia a bordo di una Lancia Y guidata da Crusafio. Alla vista della volante, Crusafio tentò di eludere il controllo allontanandosi precipitosamente inutilmente. I poliziotti, in macchina, sequestrarono una busta contenente oltre 350 grami di marijuana. Per Crusafio e Carrozza, a quel punto, si aprirono le porte del carcere di “Borgo San Nicola”. I due giovani, in sede di interrogatorio di convalida, ammisero le proprie responsabilità addebitandosi il possesso dello stupefacente e ottennero i domiciliari per poi tornare in libertà nel mese di luglio. Erano difesi dagli avvocati Antonio Romano e Giuseppe Presicce.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 + 20 =