La Corte di Assise di Taranto, al processo per l’omicidio di Sarah Scazzi, dopo cinque ore e mezzo di camera di consiglio ha rigettato la richiesta della difesa di Sabrina Misseri di dichiarare inutilizzabile il verbale dell’incidente probatorio del 19 novembre 2010 nel quale Michele Misseri accusò del delitto la figlia Sabrina.

La Corte ha inoltre dichiarato ”manifestamente infondata” la questione di legittimita’ costituzionale sollevata dalla difesa di Sabrina sempre in relazione al verbale dell’incidente probatorio.
Maggiori dettagli nelle prossime ore