Nel pomeriggio di sabato una pattuglia della Stazione di Porto Cesareo, impegnata in un servizio di vigilanza coordinata disposta dal Comando Provinciale CC Lecce, è transitata nell’agro di Torre Lapillo, in attività di prevenzione dei furti nei fondi rustici.

E lì la sorpresa. I militari hanno scoperto un trentenne della zona, noto alle Forze dell’Ordine, mentre era impegnato nell’aratura di due terreni e nelle attività accessorie, con tanto di trattore. Il fatto è che però quei terreni (della superficie complessiva di 5.000 mq) risultavano classificati come demanio della Regione Puglia, nonché assoggettati a vincolo paesaggistico, idrogeologico e faunistico. Insomma, intoccabili per un comune utente. L’uomo è stato perciò denunciato per deturpamento di bellezze naturali (art. 734 c.p.), oltre che per violazioni di diverse normative settoriali. Il trattore invece è stato sottoposto a sequestro e affidato in custodia giudiziale allo stesso denunciato.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.