Un corso online di Scienze della Comunicazione per ampliare le proprie conoscenze e permettere a distanza una preparazione adeguata. E’ questo l’obiettivo del protocollo d’intesa firmato questa mattina dalla presidentessa dell’Unicom – unione nazionale imprese di comunicazione – Donatella Consolandi e dal presidente del corso in Scienze della Comunicazione dell’Università del Salento Stefano Cristante.

Un progetto ambizioso che il corso di laurea realizzerà in tre step e che amplierà e migliorerà l’offerta formativa dell’Ateneo salentino attraverso l’utilizzo di nuove piattaforme e la possibilità di reperire documenti e materiale didattico sul web.
Le esigenze che hanno portato a questo progetto sono tante, in particolare l’attenzione verso il mondo del lavoro a giovani che vogliono diventare comunicatori e che hanno bisogno di linee guida per intraprendere una carriera in un mondo lavorativo particolarmente difficile. E’ per questo che l’Unicom si impegnerà, oltre a dare appoggio alla realizzazione del progetto online, anche ad attivarsi per l’accoglimento degli studenti nelle imprese associate, per tirocini formativi e stage. Una grande occasione insomma che nasce dal bisogno di sfatare i miti della mancanza di lavoro al Sud ed in particolare di quello nel settore della comunicazione.
“Si è sentito il bisogno”, ha spiegato il professore Cristante, “Di creare qualcosa di originale ragionando anche su una sperimentazione che avesse qualcosa in più degli altri corsi online, come uno scambio con il privato che avesse voglia di investire. Non solo anche i docenti dovranno organizzare il proprio sapere ed elargire ciò che le nostre generazioni non hanno potuto avere. Dobbiamo quindi studiare delle nuove piattaforme e trovare dei buoni investitori”.
Una sintesi tra cultura e comunicazione in parole povere, che verrà avviata per una prima fase sperimentale nell’arco dell’anno accademico 2012/2013. Durante una prima fase si realizzeranno un lavoro di editing grazie ad attrezzature e software che la ripartizione informatica dell’Università metterà a disposizione assieme a tecnici e ingegneri, e un lavoro di formazione dei docenti. Dopodiché verranno realizzati dei podcast audiovisivi scaricabili. La seconda fase prevede di  correlare dei materiali multimediali alle lezioni da inserire in rete con pochi click: interviste, spezzoni di film, videoclip, assieme a documenti, slide, grafici e quant’altro è stato finora realizzato per le lezioni “a voce”.
La terza fase infine, dovrà collegare quanto prodotto nelle prime due e dovrà essere dedicata alla creazione di meccanismi di feedback per permettere agli studenti di avere una comunicazione attiva durante le lezioni. Format innovativi e forum di discussione sono le idee già in cantiere.
Il progetto non è di poco conto ma l’entusiasmo non è da meno; anche le istituzioni hanno espresso il proprio parere positivo circa l’iniziativa. Presenti infatti questa mattina alla firma del protocollo, anche il Presidente della Provincia Antonio Gabellone e l’assessore comunale al bilancio Attilio Monosi.
L’Unicom non si ferma qui. Questo pomeriggio alle ore 16.00 continuerà con una tavola rotonda presso la sala del Monastero delle Suore Benedettine dal titolo “Il riscatto del Sud comincia dalla comunicazione?”. Moderato dal professore Stefano Cristante, il convegno vedrà gli interventi del Presidente Gabellone e del Sindaco Paolo Perrone, della presidente Unicom Donatella Consolandi e dell’amministratore Bamakò Francesco Mazzo. A seguire interverranno il presidente di Confindustria Lecce Piernicola Leone De Castris, e di altri esperti del  settore per discutere delle opportunità di sviluppo del territorio attraverso il mondo della comunicazione.

CONDIVIDI