Erano in mezzo al mare, a praticare kitesurf, quando una tromba d’aria li ha scaraventati fuori dall’acqua, facendoli schiantare al suolo e contro alcune abitazioni. Uno di loro sarebbe addirittura finito sul balcone al primo piano di una villetta nei pressi de “Le dune”, a Porto Cesareo. Sono gravi le condizioni di due amici kiter, entrambi trasportati d’urgenza in ospedale. Si tratta di due trentenni, Gianluca De Paolis, di Copertino, e Loris Curatolo, di Lecce.

L’episodio è accaduto nel primo pomeriggio, quando i due giovani, insieme ad un gruppo di amici, avevano scelto di trascorrere qualche ora in mare, per praticare il kitesurf, invogliati anche dal forte vento che spira sul Tacco d’Italia.
Sembrava andasse tutto per il meglio, quando una folata di vento, molto violenta, ha fatto “decollare” i due sfortunati 30enni: De Paolis, infermiere presso l’ospedale del suo paese, è andato a sbattere contro balcone della villetta, Curatolo invece contro un muretto.
Lo schianto al suolo è stato violentissimo. I primi a dare l’allarme sono stati gli amici in loro compagnia, che hanno allertato immediatamente i soccorsi. Due ambulanze del 118 hanno raggiunto la zona, insieme ai vigili del fuoco di Veglie ed ai carabinieri della stazione di Porto Cesareo. Al momento, i due feriti sono ricoverati in gravi condizioni in ospedale. De Paolis è stato accompagnato d’urgenza al Vito Fazzi di Lecce, dove è ricoverato nel reparto di Rianimazione, con prognosi riservata. Curatolo è stato trasportato a Copertino, per un trauma addominale.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici − quattro =