Sarà conferito a Bruno Pizzul il Premio “Un Amico per la Comunicazione” per l’anno 2012 come ha deliberato il Consiglio Direttivo della FIDAS Puglia – la Federazione delle cinque Associazioni pugliesi di Donatori di Sangue aderenti alla FIDAS Nazionale. Il Premio sarà conferito nel corso della festa per la 3a Giornata Nazionale FIDAS a Bari il prossimo 6 ottobre

Giunto alla sua XII edizione, il Premio è stato istituito nel 2001 dalla FIDAS Puglia per esprimere il proprio apprezzamento per il contributo professionale ed umano offerto da operatori della comunicazione sociale allo sviluppo della donazione del sangue, nonchè alla promozione dell’immagine e delle attività associative. Nel corso degli anni sono stati insigniti di questo riconoscimento giornalisti, sociologi e anche funzionari della pubblica amministrazione regionale che si sono particolarmente distinti nel “comunicare il dono”, non ultima nel 2011 la dott.ssa Carmen Lasorella.

«Noi crediamo in Bruno Pizzul – ha commentato Italo Gatto, presidente regionale della Fidas – perché è una persona molto vicina alla nostra organizzazione, scrive sui nostri giornali nazionali ed è sempre stato disponibile mettendo la faccia in tante battagli. È un signore, oltre che un bravo giornalista, e ha portato avanti nel tempo battaglie per la donazione del sangue e a supporto del volontariato».

Già calciatore professionista – carriera iniziata nell’ambito parrocchiale di Cormòns (Go) alternando sempre lo studio al calcio – Bruno Pizzul abbandonò quasi subito l’esperienza sui campi da gioco per trovare una “quasi naturale” collocazione nella tribuna dei giornalisti sportivi, regalando al pubblico i suoi straordinari commenti ai più importanti eventi sportivi che hanno visto protagonista la nazionale Italiana e le squadre più blasonate del campionato maggiore. Telecronista per la RAI, ha prestato la sua professionalità e la sua voce inconfondibile anche alle reti Mediaset, TMC, La7, Sky, fino all’ultima partecipazione come commentatore tecnico alla trasmissione di RAI2 “Quelli che il calcio” nel febbraio 2012. Il suo impegno costante per raccontare “il calcio bello e pulito” trova il pari nell’ambito del volontariato del dono. Se il pubblico italiano continua ad apprezzare la sua verve come giornalista, pochissimi conoscono il Bruno Pizzul sempre straordinariamente disponibile nell’adoperarsi in azioni di sensibilizzazione, attraverso pubblicazioni che hanno sempre sottolineato l’importanza di uno stile di vita sano tanto nello sport quanto nella vita quotidiana. Testimonial della stessa FIDAS ha presenziato a grandi eventi associativi nazionali e più volte ha prestato la sua immagine e la sua professionalità anche nella nostra regione.

 

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × 2 =