“Fare il vino non è il mio mestiere, ma una grande passione. Produco vino dal 1973 per una promessa fatta a mio padre Carmelo, il giorno che lasciai il mio paese, Cellino San Marco, per raggiungere Milano in treno.

Da poco però, ho inaugurato una nuova linea di produzione destinata ai mercati esteri e conto di imbottigliare, con i miei marchi Felicità e Platone, oltre un milione e mezzo di bottiglie in Russia e Cina”. Parola di Albano che conferma all’Agi l’interesse della sua azienda vinicola di Cellino San Marco per i mercati russo e cinese. Fresco del premio ricevuto dall’Associazione italiana sommelier per la sua ultima etichetta “Platone”, Albano annuncia anche l’apertura di un albergo con 2 maxi piscine e attrezzatissimo Spa. Il nome? ” Lo chiameremo ‘Serenita”, e’ un complesso con 50 stanze e fitness destinato a coprire la domanda turistica in forte ascesa del Salento”, spiega il cantante. Ma a chi sussurra che Albano abbia in mente di creare una holding per collocare successivamente il gruppo vino- turismo sul mercato finanziario, Albano replica in modo netto: “Non ho holding, non punto alla finanza, faccio e continuero’ a fare il cantante. Ma il vino della mia terra e’ una passione che difendo ad oltranza, anche a costo di investirci i miei risparmi personali come faccio da 40 anni”.