“L’inaugurazione dell’Anno Accademico in passato ha rappresentato per la Comunità universitaria un appuntamento di grande rilevanza per incontrarsi e per incontrare le istanze del territorio. Era un momento di confronto, pensato ed organizzato collegialmente, che ha sempre visto una grande partecipazione.”

Lo affermano i Sindacati FLC, CGIL,  CISL,  UIL/RUA, SNALS in una nota.

“In quelle occasioni le OO.SS. hanno avuto la possibilità di partecipare anch’esse attivamente all’evento e di far sentire la propria voce critica nell’ambito del confronto pubblico essendo previsto nel programma della giornata un loro intervento.

Da quando è Rettore il Prof. Laforgia tutto è cambiato. Il primo anno l’inaugurazione fu soppressa sulla base di una decisione da lui assunta in solitudine e negli anni successivi ha deciso sempre autonomamente, cioè senza investire della questione né il Senato Accademico né altri Organi, se prevedere o meno questo evento e con quali modalità e contenuti.

Lo stesso Rettore decise unilateralmente che le OO.SS. non avevano più il diritto di intervenire all’inaugurazione e, quindi, non solo non fu più previsto un loro intervento ma non furono neanche più invitate all’evento. Il Rettore Laforgia decise, sempre in solitudine, di dare voce invece alla Consulta del personale tecnico-amministrativo e grazie a questo gesto di “grande generosità” fu previsto l’intervento del Coordinatore della predetta Consulta.

Quest’anno il Rettore ha deciso, sempre da solo di dare luogo all’inaugurazione dell’Anno Accademico, a Brindisi (???), secondo un programma da lui definito e senza che sia previsto l’intervento né delle OO.SS. né della Consulta del personale tecnico-amministrativo. Quest’ultima scelta è probabilmente riconducibile alla possibilità che la Consulta potesse esprimere opinioni fortemente critiche. Ed è così che il Rettore ha deciso di censurare preventivamente la Consulta e di togliere completamente la voce a tutti i lavoratori.

Non è, purtroppo, la prima volta che il Rettore opera censure, è accaduto per esempio che lo stesso eliminasse dalla rassegna stampa dell’Ateneo una testata locale o che la stessa rassegna fosse oscurata in determinate occasioni o che i canali di comunicazione interna fossero disponibili per taluni e inaccessibili per altri.

Le scriventi OO.SS. denunciano pubblicamente tale gestione personalistica della cosa pubblica e preannunciano iniziative in occasione dell’inaugurazione dell’Anno Accademico che vedrà la partecipazione del Ministro Profumo.”

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.