La Polizia di Stato (Sco, Squadre Mobili di Lecce e Brindisi) ed i Carabinieri del Ros e dei Comandi Provinciali di Brindisi e Lecce stanno eseguendo un’ordinanza di sequestro conservativo e preventivo emessa dal gip del Tribunale di Lecce, su richiesta della procura distrettuale Antimafia, nei confronti di Giovanni Vantaggiato

 

 

, reo confesso dell’attentato all’Istituto ‘Morvillo Falcone’ di Brindisi, che fu compiuto il 19 maggio scorso e nel quale perse la vita la sedicenne Melissa Bassi e rimasero ferite altre nove studentesse. A Vantaggiato vengono sequestrati beni per un valore di circa due milioni di euro, compresa la villetta abitata dalla sua famiglia e in parte realizzata abusivamente.

Il sequestro – si spiega in una nota – viene compiuto in considerazione del fatto che Vantaggiato potrebbe essere chiamato a risarcire i gravi danni prodotti alle parti lese. Oltre alla villetta, a Vantaggiato sono stati sequestrati quattro locali commerciali, una barca cabinata (modello M/Y C50 FB) di 15,60 metri con bimotore diesel da 500 Kw ciascuno ormeggiata a Porto Cesareo (Lecce), un conto corrente ordinario, un deposito bancario e un deposito carburanti sulla strada provinciale Copertino-Leverano.

[widgetkit id=129]

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 − 4 =