Atti sessuali con minore consenziente. E’ questa l’accusa che il sostituto procuratore Stefania Mininni ha ipotizzato contro un 22enne di origini bulgare ma residente in un paese dell’area di Gallipoli che, alla fine dell’estate, avrebbe avuto una storia con una 13enne.

Quando i genitori hanno scoperto la relazione hanno denunciato tutto ai carabinieri.

Il giovane, ascoltato dai militari, avrebbe ammesso la relazione, negando però di aver intrattenuto con la 13enne rapporti sessuali completi. Anche la ragazzina è stata ascoltata dal magistrato e anche lei avrebbe negato. Ora accertamenti saranno disposti dalla procura per capire se effettivamente i rapporti sessuali ci siano stati o meno.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.