Nelle prossime ore, si terrà, davanti al giudice del lavoro Luisa Santo, una nuova udienza del processo che i legali del Municipio hanno intentato contro l’Amministrazione comunale per reclamare 884mila euro.

Denaro che gli avvocati pretendono per competenze professionali maturate tra il 2003 e il 2009 e che si aggiungono ai 639mila euro già percepiti.

La vicenda molto complessa, dopo vari tentativi di conciliazione, è finita davanti al Tribunale, ma è ancora in fase istruttoria.

Nelle prossime ore il giudice dovrà stabilire se ammettere o meno i mezzi istruttori proposti dalle parti.

Il Comune in particolare, assistito dall’avvocato Luca Sambati, ha chiesto che sia effettuata una consulenza tecnica. Solo un esperto potrebbe infatti analizzare i grossi faldoni, pieni di determine e di parcelle che i legali hanno depositato.

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.