Francesco Spira, 65enne, di Tricase, amministratore della società “Fresco e gel”, azienda con sede ad Alessano, è stato condannato ad un anno e quattro mesi di reclusione con l’accusa di bancarotta documentale.

L’inchiesta venne avviata sulla scorta di un accertamento fiscale compiuto dalla Guardia di Finanza di Lecce agli inizi del 2006 che consentì di accertare un passivo fallimentare della società, attiva nella commercializzazione di prodotti ittici surgelati, per circa due milioni di euro. L’azienda, così, è stata messa in liquidazione e successivamente dichiarata fallita dal Tribunale. La sentenza di condanna è stata emessa dal gup Antonia Martalò e l’amministratore ha patteggiato beneficiando della sospensione della pena.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × uno =