Accusato di bancarotta fraudolenta, Giuseppe Sergi, 58enne di Gagliano del Capo, ha chiuso i propri conti con la giustizia patteggiando un anno di reclusione in continuazione con una vecchia sentenza.

Il presunto default aziendale sarebbe stato compiuto con la complicità di una seconda figura societaria: Corrado Quaranta, 51enne di Marittima, frazione di Diso, nel ruolo di amministratore di diritto del calzaturificio, oltre che socio per il 20% delle quote. Inoltre, l’amministratore non avrebbe redatto i bilanci di esercizio relativi agli anni 2005 e 2008. Il suo avvocato difensore, Eugenio Retucci, nell’udienza di ieri, ha chiesto ed ottenuto che la posizione di Quaranta venga discussa in abbreviato. Se ne riparlerà il prossimo 14 marzo sempre dinanzi al gup Vincenzo Brancato. nel processo il curatore fallimentare non si è costituito parte civile.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

10 + 18 =