Due mani, un cuore che batte e la totale assenza di pavidità. È questo Antonio El Dynamite Santoro. Un pugile pronto a salire sul ring del Palamalè di Viterbo, il prossimo 23 novembre, a cospetto di colui che incute terrore ai restanti boxeur della penisola italiana: il campione nazionale dei superwelter Adriano Nicchi.

La speranza della boxe salentina incrocerà gli esperti guantoni di uno dei mostri sacri del pugilato nazionale in un match sotto clou che farà da cornice all’incontro tra il francese Rebrasse e Andrea Di Luisa, valevole per la corona dell’Unione Europea dei supermedi. Dopo i rifiuti eccellenti di Bottai e Fiordigiglio, Adriano Nicchi sembrava non riuscire più a trovare uno sfidante con la quale misurarsi, tuttavia, una voce dal Salento, ha iniziato a rimbombare con insistenza e convinzione: “gli atri scappano? Io sono qui. Combatto io con Nicchi”. Sono queste le dichiarazioni di Antonio Santoro che, come un diligente scolaro, si offre volontario alla maestra cattiva pur di proteggere i compagni impreparati. L’incontro del Palamalè è stato fortemente voluto dalla contessa Conti Cavini, che ha proposto ad “El Dynamite” l’ostico confronto con l’attuale campione di Arezzo. Un match che si preannuncia spettacolare ma al contempo complicato per il nostro Santoro se si considera il salto di ben due categorie. Non a caso, l’incontro sarà valido per la categoria dei superwelter e sarà spalmato sulla lunghezza dei sei round. Particolari che potrebbero fare la differenza dato la status di superleggero del pugilatore leccese, intento a dare filo da torcere al campione aretino in una vetrina prestigiosa quale quella di Viterbo.

All’angolo dell’atleta nostrano sarà presente il maestro Andrea Presicce della Helios Team di Lecce, tecnico  impeccabile nella preparazione atletica ed esperta guida nell’approccio mentale.

Il match contro Nicchi rappresenterà per Santoro il perfetto intercalare attraverso cui testarsi in vista dei prossimi appuntamenti che lo vedranno proiettato alla chance del titolo nazionale dei superleggeri, dinanzi all’iridato campione Renato De Donato in programma il prossimo gennaio 2013.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.