Una caccia al tesoro degna di nota, quella che ha coinvolto i Baschi Azzurri della Polizia Penitenziaria di Lecce, che hanno rinvenuto 300 gr di marijuana nascosta in un albero nelle campagne di Miggiano, grazie ad una mappa.

Una vera e propria guida disegnata da un 40enne del posto, detenuto nel carcere di Lecce, per aver evaso gli arresti domiciliari e che l’uomo avrebbe cercato di consegnare al fratello durante uno dei colloqui consentiti.
Il personale della Polizia Penitenziaria, insospettito dalla insolita consegna, avrebbe poi requisito la mappa, decidendo di scovare il luogo indicato. Sulla carta vi era disegnato in maniera minuziosa il percorso per raggiungere, dall’abitato di Miggiano, un uliveto nelle vicinanze.
I Baschi Azzurri quindi, coordinati dal comandante del reparto, il Commissario Riccardo Secci, hanno effettuato un sopralluogo. Grazie alla mappa, nell’incavo del tronco di un ulivo secolare, gli agenti hanno rivenuto la marijuana avvolta nel cellophane.
Ulteriori controlli presso l’abitazione del detenuto, hanno poi portato alla luce anche il materiale per il confezionamento della sostanza stupefacente, che è stato poi sequestrato. Secondo la ricostruzione, l’intento del 40enne era quello di recuperare la marijuana con la speranza di venderla a terzi, proposito poi venuto meno grazie all’intuizione degli agenti.
L’uomo è stato quindi deferito all’Autorità Giudiziaria in continuazione al reato principale con cui era già in carcere.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattordici + 14 =