Grandi novità per i cittadini leccesi che da oggi potranno usufruire di un nuovo servizio realizzato mediante protocollo d’intesa tra Prefettura e Comune: si tratta del rilascio on-line di certificazioni anagrafiche e di stato civile con Timbro Digitale.

Il Comune di Lecce fa un altro passo avanti verso l’innovazione, diventando il primo in tutto il Meridione a permettere questo servizio che consentirà d’ora in poi di ottenere certificati anagrafici e di stato civile senza doversi recare negli uffici appositi. Possono accedere al servizio tutti coloro che hanno una Carta d’Identità Elettronica o la PEC, ovvero la posta elettronica certificata dove saranno inviati i certificati. Il servizio sarà quindi usufruibile per se stessi e per i propri cari, purché siano residenti o iscritti all’AIRE (anagrafe degli italiani residenti all’estero). Certificati di residenza, stati di famiglia, cittadinanza, certificati di nascita, morte, matrimonio e molti altri diventeranno facilmente reperibili e a costo zero, con semplici click; avranno inoltre piena validità legale perché recano il Timbro Digitale e finchè restano in formato elettronico manterranno tutti i valori di autenticità pur essendo utilizzabili solo nei rapporti tra i privati, come è previsto dalla legge.
L’accordo tra Prefettura e Comune nasce da una proposta del Ministero degli Interni, che le istituzioni locali hanno colto al volo; dopo aver approvato due delibere comunali, si è perciò stilato il programma di intervento che vede oggi la luce con un servizio già attivo online dal sito del Comune di Lecce.
“E’ un altro passo avanti per la Pubblica Amministrazione”, ha espresso con soddisfazione il Prefetto di Lecce Giuliana Perrotta, che ha firmato il protocollo questa mattina assieme al Sindaco Paolo Perrone. “Siamo il primo comune del Sud d’Italia a fornire questo servizio e questo ci fa onore”.
Anche il Primo Cittadino ha sottolineato il valore innovativo di questo servizio: “Il Comune coglie le opportunità offerte dalle nuove tecnologie e questa non è che una grande occasione per accorciare le distanze tra amministrazione e comunità amministrata. La novità è che a farlo il Comune di una piccola città del Meridione ma d’altronde l’innovazione è uno degli obiettivi della nostra amministrazione”.

CONDIVIDI