Venti compagnie selezionate da una commissione di esperti su oltre 70 gruppi e 96 produzioni, parteciperano alla prima piattaforma internazionale della danza italiana che si svolgera’ a Brindisi e a Lecce dal 22 al 25 novembre.

L’iniziativa e’ stata presentata oggi nei saloni del Mibac, a Santa Croce in Gerusalemme, alla presenza del direttore generale dello Spettacolo dal vivo Salvo Nastasi, dall’assessore al Mediterraneo, cultura e turismo della Regione Puglia Silvia Godelli, del presidente del Teatro pubblico pugliese che ha organizzato e promosso l’evento con il sostegno del Mibac, Carmelo Grassi e Francesca Bernardini presidente di Federdanza-Agis. La piattaforma, nata su iniziativa di 16 operatori della distribuzione italiana (Rto, raggruppamento temporaneo di operatori, in collaborazione con Adef-Federdanza-Agis) si propone come importante vetrina di produzione di danza italiana, aperta non soltanto al pubblico, ma anche a distributori, programmatori italiani e internazionali (hanno gia’ aderito oltre 80 persone provenienti soprattutto da Francia, Inghilterra, Europa dell’Est e Paesi slavi). Al suo interno incontri, conferenze, convegni, dibattiti e per la prima volta, dopo 15 anni si svolgeranno gli Stati generali della danza con la discussione e l’approfondimento dei principali temi del settore. La manifestazione si concludera’ con il ‘Question time’, a cui partecipera’ il direttore generale per lo spettacolo dal vivo del Mibac Salvo Nastasi, moderati da Francesca Bernardini, presidente di Federdanza-Agis.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.