Nei reparti di Ginecologia e Ostetricia dell’ospedale “V. Fazzi” di Lecce, domani 29 novembre, visite gratuite su infezioni, incontinenza, dolore e prolasso urogenitale, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 17. Una giornata molto importante per le donne: il Centro di Urologia Ginecologica, diretto dal dott. Antonio Perrone, aderisce al World Women Bladder Disorders Day( 26-30 novembre 2012), promosso dall’AIUG (Associazione Italiana di Uroginecologia). Informazione e prevenzione sono fondamentali: questa giornata è una straordinaria occasione per controllarsi, incontrare gli esperti e chiedere loro consigli.

 

 

Tra le patologie che colpiscono più di 3 milioni di donne c’è l’incontinenza urinaria, una delle disfunzioni pelvi-perineali, che genera un dolore cronico e che spesso è sottovalutata e diagnosticata in ritardo. Stessi problemi per il prolasso genitale, con 5 milioni di donne affette in Italia. Queste problematiche, assieme a tutta una serie di infezioni, spesso di difficile diagnosi e soluzione terapeutica, causano un notevole abbassamento della qualità della vita femminile e, in alcuni casi, possono generare infertilità.

Domani tutto il personale medico ostetrico e infermieristico del Centro sarà a disposizione di tutte le donne che vorranno chiedere chiarimenti e fare dei controlli. «Quando c’è dolore, troppo spesso questi segnali vengono sottovalutati dagli specialisti, che tendono ad attribuire questi disturbi a stress o ansia, costringendo le donne a una convivenza forzata con il problema, perdendo così tempo per la cura e la prevenzione», spiega il dott. Perrone.

«Spesso le donne che soffrono di dolore pelvico e di disfunzioni pelviche riferiscono di non aver ricevuto la giusta attenzione al problema perdendo tempo prezioso per la cura e per la prevenzione di altre patologie collegate – dichiara la dott.ssa Laura Bruno, responsabile del servizio di Uroginecologia del reparto Ostetricia e Ginecologia, coadiuvata dalla dott.ssa Elena Greco – con pesanti ripercussioni sulla qualità della vita, sulla psiche e sulla socialità». Il dolore pelvico colpisce il 15-20% delle donne in età fertile.

 

L’endometriosi, uno sviluppo anomalo del tessuto dell’utero, interessa da sola 3 milioni di italiane e si presenta con dolore e fitte soprattutto durante il ciclo mestruale o dopo l’ovulazione. Il 15% delle donne che ha problemi di infertilità presenta anche difficoltà legate all’endometriosi. La vulvodinia colpisce 1 donna su 10 e può manifestarsi con un dolore spontaneo oppure provocato dalla penetrazione. La cistite interstiziale, o sindrome della vescica dolorosa, è causata da un’infiammazione che interessa lo spazio tra la muscolatura della vescica e il rivestimento interno della vescica, è comune al 7% della popolazione femminile: provoca alcuni disturbi simili a quelli della cistite batterica, come il bisogno di andare in bagno di frequente, e per questo vengono spesso confusi e curati erroneamente con antibiotici. Per questo è importante ascoltare attentamente quello che i pazienti hanno da raccontare sulle loro esperienze con il dolore prima di procedere alla presa in carico e alla terapia”.

 

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

quattro × cinque =