Davide Tunno, 38enne, di Alliste, è stato condannato in abbreviato a due anni di reclusione dal gup Annalisa De Benedictis con le accuse di detenzione di sostanze stupefacenti e ricettazione. Tunno, nel febbraio scorso, venne perquisito e trovato in possesso di circa 4 grammi di eroina.

I carabinieri, in casa di Tunno, trovarono una matassa di cavi elettrici di rame, per ben 5 chilogrammi e una macchina da caffè professionale, che, da un controllo sulla matricola, risultò rubata dal chiosco bar “Inside Beach” della marina di Alliste il 18 maggio scorso. Da qui l’accusa di ricettazione contestata all’imputato. La droga e il rame finirono sotto sequestro.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.