“Litigare non serve alla città, né tanto meno a evitare che possano ripetersi incidenti nel sottopasso di viale Leopardi. Quindi bando alle polemiche e sediamoci intorno ad un tavolo tecnico per deciderne il futuro”.

Così l’assessore alla Protezione civile Andrea Guido, che a proposito dell’ultimo episodio di allagamento del sottopasso spiega: “Il mio assessorato è pronto a fare tutto quanto sarà necessario per impedire il ripetersi di situazioni pericolose alla prossima pioggia battente. Anche a presidiare la struttura, se del caso, 24 ore su 24: non ci mancano gli uomini né lo spirito di abnegazione per fare tutto questo. L’importante è però confrontarsi, non litigare su questi argomenti”, avverte l’assessore Guido, “perché le polemiche ci fanno perdere di vista l’obiettivo principale, che è quello di evitare la messa a rischio di vite umane, sia che si decida poi di colmare il sottopasso o di sostituirlo con una rotatoria. Propongo quindi la creazione di un tavolo tecnico per definire la questione una volta per tutte, annunciando la disponibilità del mio assessorato a farsi carico, la prossima volta che piove, di una sorveglianza “fisica” del sottopasso, onde evitare che altre vite umane possano essere messe in pericolo e arrivare in serenità alla sua eventuale dismissione. Anche se mi auguro, ovviamente, che la questione sia considerata un problema economico di tutta l’amministrazione comunale, non soltanto del mio assessorato”.