Il sostituto procuratore Francesca Miglietta ha scritto nel registro degli indagati 3 nomi per la morte di Giuseppe Parente, 85enne investito sabato mattina a Nardò, mentre era in bici, sulla strada per il cimitero, da un altro anziano alla guida di un motocarro Ape, poi scappato senza prestargli soccorso. Oltre a quest’ultimo, Pantaleo D’Aprile, 82enne, il pm ha ipotizzato l’accusa di omicidio colposo anche contro due medici del pronto soccorso di Galipoli.

L’85 infatti, una volta condotto in ospedale è stato poi dimesso ed è morto dopo essere tornato a casa. Domani sarà conferito l’incarico per l’autopsia al medico legale Ermenegildo Colosimo. Solo dopo sarà possibile stabilire le cause della morte.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

4 × tre =