Si avvicina il Natale e con esso le spese per i regali. Ma quest’anno la crisi è bella che evidente anche sotto l’albero, tanto che le parole d’ordine per questo fine 2012 pare saranno “riutilizzare” e “riciclare”.

Questo è quanto emerge da una ricerca Ipsos condotta per conto di eBay Annunci: la crisi economica «inciderà in modo importante sulle spese natalizie per quasi 7 italiani su 10».
È assodato che la migliore piazza per fare affari, ormai, è proprio Internet. Sono sempre di più infatti i siti di eCommerce, sia per la vendita che per l’acquisto di oggetti usati, ma anche portali di aste online e siti di annunci (che una volta era possibile consultare esclusivamente sui giornali).
Solo eBay Annunci ha registrato quasi 4 milioni di oggetti messi in vendita in tre anni di vita con un incremento nello scorso anno del 125%, cioè oltre 45.000 inserzioni al giorno.
Come reagiscono i leccesi a tutto ciò?
Secondo le stime Ipsos, Lecce si piazzerebbe al terzo posto tra le città con il maggior numero di inserzioni: 1 annuncio ogni 2,37 abitanti. A precederla, solo Varese con un annuncio ogni 2  abitanti e Bergamo, 1 annuncio ogni 2,19 abitanti. A livello regionale, invece, la situazione cambia e la Puglia non rientra nemmeno nelle stime, dominate da Lombardia, Lazio ed Emilia Romagna.
Sembrerebbe quindi che la classica congestione di Via Trinchese sia destinata ad attenuarsi in favore della Rete, soprattutto per quei settori che riguardano l’elettronica e l’abbigliamento.
Secondo l’indagine, il riciclo degli oggetti e quindi anche dei regali di Natale, sarebbe « un ottimo modo, oltre che per rispettare l’ambiente e ridurre gli sprechi per il 98% degli intervistati, anche per ridurre le spese e aumentare le entrate (93%)».

Federica Nastasia

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

uno × due =