A più di sei mesi dalla sentenza del Tar che ha restituito il Circolo cittadino di Lecce alla provincia, ente proprietario dello stabile, non si sa ancora che destinazione d’uso dare al grande spazio situato in via Rubichi, nel cuore di Lecce

 

Se ne è discusso questa mattina nella Commissione Patrimonio presieduta e convocata da Renato Stabile, per capire come si è proceduto dopo la sentenza del Tar dello scorso 30 maggio. “Non possiamo risolvere entro oggi e dare una destinazione d’uso al Circolo – ha commentato Stabile – ma perlomeno possiamo capire come procedere, che proposte avanzare. Ha rivendicato anche il diritto di prendere parte alle decisioni, il presidente della seconda Commissione, fregiandosi del merito di aver favorito la conclusione della vicenda durata molti anni.

Tra le varie proposte, anche quella presentata dalla vicepresidente Simona Manca, in delega al presidente Gabellone, nell’inserire lo stabile nel regolamento dei contenitori culturali come il Convitto Palmieri, da destinare ad attività culturali. I consiglieri Capone e Durante hanno invece ipotizzato  una gestione oculata a vantaggio delle casse provinciali nell’ambito della razionalizzazione della spesa. “Si potrebbe trasformare in Casa comunale  e celebrare i matrimoni civili e feste private; gli introiti sarebbero inseriti in un capitolato da destinare alle attività culturali all’interno del Circolo stesso”. Con la Commissione di oggi si è voluto solo riaccendere i riflettori sul caso, per il presidente Stabile, il prossimo passo sarà probabilmente una Commissione congiunta tra Patrimonio, Cultura e Statuto.

 

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

9 + 20 =