L’Assessore Delli Noci partecipa a Bologna alla  “Smart City Exhibition”,  la manifestazione frutto della partnership tra Forum Pa e Bologna Fiere, nel trend che vede ormai la politica per le città intelligenti come una priorità europea e nazionale.

Le grandi opportunità date dai fondi comunitari e dai bandi nazionali sulle Smart City e Smart Community rendono infatti sempre più utile l’incontro tra i protagonisti per utilizzare al meglio questa grande occasione di innovazione.
In tale sede è stato possibile sviluppare utili incontri al fine di avviare la collaborazione con interessanti partner di progetto impegnati a costruire politiche sostenibili, lungimiranti ed effettivamente utili a rispondere ai crescenti e multiformi bisogni che, in questo momento di crisi, esprimono i cittadini.
Nella seduta di giunta comunale del 31 ottobre infatti, l’Amministrazione Comunale di Lecce ha  deliberato di partecipare all’Avviso per la presentazione di idee progettuali per smart cities and communities and social innovation, in scadenza il 9 novembre 2012, con tre proposte  progettuali.
Il bando – emanato con Decreto Direttoriale del 5 luglio 2012 n. 391/Ric. e successive, dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca – è finalizzato a promuovere interventi per lo sviluppo di modelli innovativi finalizzati a dare soluzione a problemi di scala urbana, metropolitana e più in generale territoriale.
Al fine di garantire la massima efficacia delle attività di sperimentazione in ambito territoriale, l’articolo 3 dell’avviso prevede che ogni raggruppamento coinvolga  sin dalla fase progettuale una o più delle Pubbliche Amministrazioni operanti nei territori ove si svolgeranno le previste attività progettuali.
Il Comune di Lecce ha manifestato la disponibilità, nell’ipotesi di finanziamento, a valutare i risultati conseguiti dall’idea progettuale proposta dai tre raggruppamenti, allo scopo di sperimentare gli stessi nel proprio territorio comunale in concertazione con le altre Pubbliche Amministrazioni coinvolte.
Le attività di sperimentazione non prevedono alcun onere a carico dell’Amministrazione Comunale, pertanto i costi legati alla fase di sperimentazione del progetto saranno totalmente a carico dei soggetti attuatori del progetto stesso.
Il sindaco Paolo Perrone è raggiante per i progetti proposti. “Vedere che sulla città di Lecce c’è l’attenzione nazionale è una grande energia positiva, specialmente in questo momento, per le ricadute che questi progetti potranno avere sulla nostra città. E poi vedere Lecce, che compete a bandi con partner importanti come Telecom, Finmeccanica, Ducati Energia, il Consorzio CETMA e tante città del Nord, è motivo di grande orgoglio e testimonia la bontà del nostro lavoro: Lecce continua ad andare sempre più avanti”.
L’assessore all’Innovazione Tecnologica, Alessandro Delli Noci esprime grande soddisfazione PER essere riuscito a proporre su un bando nazionale, la città di Lecce, grazie anche ad intensi lavori che lo vedono impegnato in tavoli nazionali in sede dell’Anci, ed in sede regionale, dove si stanno intensificando i rapporti per proporre una vera e propria proposta integrata per costruire “Lecce città del futuro”, grazie alle nuove tecnologie utili per il cittadino. “L’intuizione  e la caparbietà di voler costituire nella città di Lecce un Ufficio Smart City – spiega l’assessore Delli Noci – serve proprio a rafforzare la programmazione per reperire risorse straordinarie regionali, nazionali e comunitarie”.

I tre progetti vedono coinvolti partner istituzionali, scientifici e accademici di elevato livello e riguardano diverse tematiche:
1. “SCOC – “Smart City Operation and Security Center”:
– che vede il coinvolgimento di  FINMECCANICA S.p.A insieme ad un ampio partenariato istituzionale, accademico ed industriale sulla tematica della sicurezza urbana.
Il progetto di ricerca e sviluppo che il raggruppamento intende promuovere, riguarda la tematica della “Sicurezza territoriale” ed in particolare indirizza una piattaforma evoluta per la sorveglianza-sicurezza del territorio che recepirà alcuni applicativi connessi alla tematica (Mobilità e Monitoraggio Idro-geologico, Gestione Grandi Eventi, Sicurezza Urbana).
La piattaforma è concepita modulare e scalabile per operare in prospettiva quale centro delle operations di una città Smart e vede ai fini della sperimentazione dei risultati la partecipazione oltre alla città di Lecce, anche dei comuni di Genova, Firenze, Torino, Verona e della Provincia di Trento. 

Partnership
Grandi imprese: Selex Elsag , Selex SI
Piccole e Medie Aziende: ATI Aziende del Territorio
Università e Organismi di ricerca: UNIGE, UNIFI, UNITN, POLITO

Ambiti di sperimentazione
Comune di Genova,
Comune di Firenze,
Comune di Torino,
Comune di Verona ,
Provincia di Trento.

2. “SWaRM – Smart Water Resource Management”:
Promosso dal Consiglio Nazionale delle Ricerche – Istituto di ricerca sulle acque,  da TELECOM e da varie multinazionali.
La proposta è mirata allo sviluppo di modelli innovativi  finalizzati a dare soluzione a problemi di gestione delle risorse idriche di scala urbana e metropolitana tramite un insieme di tecnologie, applicazioni, modelli di integrazione e inclusione che comprendono la Smart Community, come agglomerato urbano di grande e media dimensione, e di comunità intelligente (anche attraverso l’aggregazione di piccoli comuni ovvero sistemi metropolitani) nei quali sono affrontati congiuntamente tematiche socio ambientali.
Il progetto promuove la tutela delle risorse idriche, il miglioramento della gestione delle acque attraverso un incremento dell’efficienza della rete e degli impianti di distribuzione esistenti nel territorio; lo sviluppo di nuovi sistemi e tecnologie per il monitoraggio, il controllo e la riduzione dei carichi inquinanti; lo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche volte alla riduzione dell’impiego dell’acqua destinata all’agricoltura e all’industria, nonché lo sviluppo in un’ottica eco-sostenibile di nuove modalità di gestione e valorizzazione dei rifiuti.

La partnership
•    Consiglio Nazionale delle Ricerche
•    Università Tor Vergata
•    Università di Brescia
•    VITROCISET S.p.A
•    TELECOM SPA
•    SITAEL S.p.A
•    ATI (Omnitech s.r.l.,  SYSTEA S.p.A. , SIT s.r.l., Myten S.p.A., ETG)

Ambiti di sperimentazione:
•    Comune di Milano
•    Comune di Monza
•    Comune di Sesto San Giovanni
•    Comune di Cologno Monzese
•    Comune di Cinisello Balsamo
•    Comune di Bresso
•    Comune di Lecce
Le Province di Milano e Monza Brianza e la Regione Lombardia hanno prodotto specifica manifestazione di interesse.
Al Comitato di Indirizzo partecipano in aggiunta i seguenti soggetti che hanno prodotto analoga manifestazione di interesse:
•    AMAT
•    Metropolitane milanesi
•    Brianza Acque
•    BIC La Fucina
•    Federutility
•    Fondazione AquaLAB (a cui partecipano Università degli Studi di Milano, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Università Commerciale Luigi Bocconi, Politecnico di Milano, Università degli Studi di Pavia, Comune di Abbiategrasso, MM Metropolitana Milanese S.P.A., SIBA S.P.A., Dégremont-Suéz.)

3. “SUM (Smart Urban Multimodal electrical vehicles system)”:
proposto dal Consorzio CETMA (CENTRO DI PROGETTAZIONE, DESIGN & TECNOLOGIE DEI MATERIALI) di Brindisi – divisione Ingegneria Informatica  – insieme ad un ampio partenariato accademico ed industriale.
Il progetto di ricerca e sviluppo riguarda la tematica della “Mobilita Sostenibile” ed in particolare lo studio e la sperimentazione di sistemi di trasporto BI-Modali (ovvero mezzi che integrano vettori collettivi come i BUS a trazione ibrida con biciclette a pedalata assistita) in ambiti Urbani e Sub-Urbani, come Città e loro hinterland.
Scopo del progetto è quello di costruire un modello di mobilità urbana e sub urbana che sia in grado di massimizzare la sostenibilità ambientale e civile degli spostamenti grazie alla “somma” delle caratteristiche intrinseche della bicicletta elettrica e dei sistemi di trasporto collettivi.

Partenariato:
Ambiti di sperimentazione
Comune di Lecce con il suo interland
Comune di Verona con il suo interland
Comune di Palermo con il suo interland

Partners del Progetto
•    Ducati Energia
•    DWI spa (di Verona)
•    ORCOM srl (di Palermo)
•    Crossz spa (di Napoli)
•    VTE s.r.l (di Varese)
•    Consorzio CETMA
•    Università del Salento
•    Università di Verona

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.