Si inaugura, nel cuore di Lecce, venerdì 16 novembre 2012  alle ore 18:00 nelle prestigiose sale dell’ex Conservatorio Sant’Anna “UN PASSO AVANTI” la personale dell’emergente, giovane artista leccese, graphic designer, Eugenio Palma. La rassegna è organizzata in collaborazione con “L’Officina delle Parole” e il Patrocinio del Comune di Lecce – Assessorato Turismo, Spettacoli ed Eventi.

Durante il vernissage, le note di due giovani musicisti,  il sassofonista Francesco D’Elia e il trombettista Marco Gianfreda, saranno le preziose compagne dell’arte di Eugenio Palma, su un breve “percorso sentimentale” tra le opere in esposizione curato e guidato dal critico d’arte Pompea Vergaro. In rassegna, nelle storiche, sale 20 opere tridimensionali, tra digitali, fotografie digitali e illustrazioni accompagnate da video di diverso genere: cortometraggi, spot pubblicitari, video-articoli,  clip-art  che l’artista realizza nel suo laboratorio di Arte e Grafica “HONOR DESIGN”.

«Eugenio Palma è figlio del suo tempo – ha dichiarato Pompea Vergaro – eclettico, dinamico con uno sguardo attento al mondo che lo circonda, un mondo che muta continuamente e velocemente e del quale ne coglie i respiri, in piena consapevolezza, che traduce in ARTE, il cui tratto distintivo è la Digital Art, nelle diverse sfaccettature».

Egli si interroga, pensa e riflette, poi agisce: ha in sé tanti sogni, ma è concreto. Artista coraggioso, si muove abilmente nell’intricato mondo dell’arte. È giovane, ed è in cammino, da sempre. Non conosce e non ammette soste! Da qui il titolo che egli stesso ha dato alla personale: “UN PASSO AVANTI”. I messaggi sono chiari: cercare l’equilibrio nel  rispetto della natura, dell’architettura e dei rapporti umani.

Eugenio Palma vanta una ricca produzione tra le quali la pubblicazione di un breve lavoro editoriale, un pamphlet, dal  tono vibrante e accorato: “VITA QUASI”. La sua ricerca sull’immagine si intreccia  con un’indagine sull’uomo, in relazione al suo contesto sociale e ambientale anche tramite la scrittura. In queste pagine affronta  temi esistenziali: il viaggio, la libertà e il  rispetto per la  natura, con riflessioni sul  futuro, sull’amore, quindi sulla vita che l’artista vive intensamente. Infatti nella  nota di chiusura di “VITA QUASI”scrive: “un libro semplice e senza pretese ma con un forte messaggio di libertà e di ricerca, perché fino ad oggi credo di avere trascorso una vita intensa e vera o quasi”.

Con le sue opere Eugenio crea suggestioni di un viaggio nella propria memoria, non qualcosa di prestabilito e ordinato, ma un cammino del tutto personale tra digital art e video, in  uno stile sobrio e consapevole. I Passi dell’artista attingono dalla natura e dagli eroi dell’infanzia, da mondi artificiali e virtuali, sulle orme degli androidi, narrando un rispecchiamento e rovesciamento dell’essere umano, tra personaggi e ambientazioni reali e immaginari. I lavori di Eugenio si aprono su ambienti avvolgenti e spaesanti nello stesso tempo, carichi di simboli, il cui percorso è influenzato dalla filosofia orientale e la cui essenza è la semplicità.

Sostiamo su  “Ignis Fatuus”, “Lake  at Sunset” e “Theatre of Bauxite” dove possiamo essere catturati e ammaliati da paesaggi unici attraversati da suggestivi orizzonti. Accanto a  The Old Library e Budda in the Mirror possiamo riflettere e ripiegarci sul senso della vita.

I video narrano la gioia delle piccole cose: in “Come un Aquilone” dove si sottolinea la necessità del libero pensiero. Anche quando propone “Lecce città ferma”, nonostante il silenzio attraversi l’intero video, dove non esiste presenza umana, il messaggio che ci giunge è carico di speranza.

L’intera opera per Eugenio Palma è vista e sentita come un racconto da leggere,  è concepita come un’ esperienza da vivere. Al graphic designer piace raccontare creando atmosfere tra sogno e realtà. Da sempre si è dedicato attivamente all’attività artistica intesa come  ricerca e utilizzo di tecniche innovative.

Impegnato nel mondo della comunicazione, ha in attivo esperienze  lavorative presso aziende di comunicazione. Ha partecipato a diverse rassegne locali e nazionali da Lecce a Milano, Roma, ottenendo molti riconoscimenti  e consensi di pubblico e di critica.

Sappiamo che la Digital Art o la Graphic Design comprende discipline artistiche che si concentrano sulla comunicazione visiva e che ancora deve guadagnarsi lo spazio e la giusta considerazione che le compete come quello che è concesso a forme d’arte consolidate – la scultura, la pittura, il disegno, la fotografia – forse perché il nuovo tarda sempre ad essere compreso e accettato e nella Digital Art persiste  l’erronea valutazione, da parte di molti, che a farla sia il computer. In realtà, si sa bene che non è così, sono solo diversi gli strumenti con i quali gli artisti digitali esprimono e trasmettono creativamente le loro emozioni, strumenti che, oggi, vanno, ad ogni modo, a conquistare uno spazio importante nel mondo dell’Arte. Eugenio Palma, tra gli artisti emergenti del nostro territorio, con la Digital Art, intende aprire nuovi e significativi  scenari.

“UN PASSO AVANTI”: l’ineluttabile ricerca della perfezione!

“Un cammino lento e continuo, passo dopo passo, sogno dopo sogno, tra cadute e rialzate, perchè così è l’Arte. Eugenio a volte lo sa, altre no. E’ giovane e la strada da percorrere è lunga. E questo lo sa! Audace e intraprendente, conosce le trepidazioni e le incertezze, ma ogni volta si arma di coraggio. Sua grande forza, e fa UN PASSO AVANTI. E’ cosi che prova a vivere l’arte e la vita!”

Lecce: ex Conservatorio Sant’Anna Via libertini (nelle vicinanze di Porta Rudiae)

La mostra rimarrà aperta dal 16 al 29 novembre 2012 tutti i giorni dalle 10:00 alle 13:00// dalle 17:00 alle 20:00

Per info:329.7333803-www.honordesign.eu

 

di Pamela Pinto

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

20 − 11 =