Senza sosta la lotta agli spacciatori salentini. L’ultimo arresto è avvenuto nella mattinata di ieri a Torre Lapillo. Le manette sono scattate ai polsi di un 28enne pescatore, Cesari Alessio di Torre Lapillo, accusato di detenzione ai fini di spaccio.

L’arresto è scattato durante dei controlli dei carabinieri della Compagnia di Campi Salentina, finalizzati alla lotta a droga e armi. 21 i militari coinvolti, disposti in dieci pattuglie, più due cani, uno anti-esplosivo e l’altro anti-droga, provenienti dal nucleo cinofili dei carabinieri di Modugno.

Effettuate quattro perquisizioni domiciliari anti-droga e quattro anti-esplosivo. Due le perquisizioni positive. In un caso il cane è riuscito a scovare due grammi di marijuana nascosti dietro un cumulo di biancheria sporca. Il detentore, quarantenne di Porto Cesareo, sarà segnalato alla prefettura.

Mentre un’altra perquisizione ha portato all’arresto del Natali. L’uomo sista, alle prime luci dell’alba, la propria casa circondata dai carabinieri e dai cani, ha consegnato spontaneamente 12 grammi di eroina divisi in 17 piccole dosi. Per il 28enne sono così scattati gli arresti domiciliari. Infine, da segnalare, i 10 i posti di controllo effettuati, con le cinque le contravvenzioni elevate. Tre per guida senza cintura, una per la mancata revisione, un’altra per patente scaduta.