Si è difeso nel corso dell’interrogatorio di garanzia Cengs De Paola, 37enne di Acquarica del Capo, arrestato dai carabinieri con l’accusa di tentata estorsione continuata e aggravata ai danni del sindaco, Francesco Ferraro, e di due assessori del Comune di Acquarica del Capo.

A suo dire quelle pressioni sarebbero state semplici richieste di lavoro perché in cerca di lavoro ma non avrebbe mai fatto leva sul suo passato criminale per intimidire. Il giudice ha comunque disposto che il 37enne rimanga in carcere. l’uomo, con una condanna per associazione mafiosa, a partire da quest’estate, avrebbe cercato di ottenere un appalto, facendo costanti pressioni su alcuni esponenti della giunta della cittadina non esitando in qualche caso anche ad arrivare alle minacce. De Paola aveva saputo che il Comune stava per percepire un maxi-finanziamento di quasi due milioni euro per la riqualificazione dell’edilizia scolastica, ed avrebbe quindi cercato di imporsi per avere i lavori, nonostante gli fosse stato ripetuto più volte che sarebbe stato indetto un regolare appalto. Tutte accuse respinte dall’arrestato.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

cinque × 1 =