Notte “rovente” nel Salento. Le fiamme hanno distrutto cinque auto e alcuni armadietti di una casa di riposo, rispettivamente a Marina di Mancaversa, frazione di Taviano, e a Merine.

Il primo rogo nel corso della notte, ha completamente distrutto alcuni armadietti della casa di riposo “Sacro Cuore di Gesù”, in via Baracca, a Merine. Una volta terminate le operazioni di spegnimento sono stati effettuati i rilievi necessari a capire l’esatta dinamica dell’accaduto.

Il secondo rogo è avvenuto a Marina di Mancaversa, frazione di Taviano, in via Termoli al civico 20. Cinque i mezzi distrutti dalle fiamme, una Nissan, una Honda, Un’Alfa 166, una Opel Vivaro e una Lancia Thesis, tutte autovetture di proprietà della società cooperativa che gestisce la comunità di recupero per minorenni “Oberon”. Il rogo, sviluppatosi per cause ancora in corso di accertamento intorno alle 5.30, è stato spento dai vigili del fuoco. Al momento i carabinieri, non escludono che l’incendio sia di matrice dolosa, e sono all’opera per cercare di risalire al movente che ha scatenato il danno.