In due confermano, una ritratta. E’ terminato l’incidente probatorio nel corso del quale, davanti al giudice delle indagini preliminari Ines Casciaro sono state raccolte le dichiarazioni dei tre baby testimoni che hanno permesso di arrestare Andrea Polimeno, per l’omicidio Spalluto, il 20enne di Surbo assassinato, secondo l’accusa per un errore di persona, il 2 agosto scorso in Piazza Palio.

 

Il giudice intanto ha ritenuto di acquisire direttamente le dichiarazioni fatte, in sede di indagini, dalla cognata del presunto killer che poi, 2 giorni fa, ha sostenuto di essersi inventata tutto.

La ragazza infatti sarebbe stata minacciata. A riprova di questo ci sarebbero delle intercettazioni di telefonate intercorse con i parenti di Polimeno.

L’indagato è assistito dagli avvocati Giovanbattista Cervo e Luigia Cretì.

I familiari di Spalluto dall’avvocato Francesca Conte.

Pamela Villani

 

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.