Andrea Manco, ha regalato al  pubblico presente al Palazzetto dello Sport di Civitavecchia (Rm), grandi emozioni. In attesa di assistere alla successiva vittoria del 43enne – civitavecchiese doc – Gianluca Branco, contro il polacco Kryszstof Bienias (match con in palio il titolo vacante dell’Unione Europea

dei pesi welter), il pugile professionista di Melissano (portacolori della scuderia milanese OPI 2000 di Salvatore Cherchi), ha offerto grande spettacolo e una boxe sopraffina. In match del superwelter Andrea Manco – articolato sulla distanza delle sei riprese – si è disputato al cospetto dell’ungherese Aron Csipak, il quale si è confermato un avversario arcigno e decisamente temerario.

«Non è stato un avvio facile – commenta il tecnico della Beboxe Francesco Stifani  – insieme al mio collaboratore Carmine Conte, abbiamo assistito, durante la prima ripresa, ad un gancio dell’ungherese, che ha messo per qualche istante in seria difficoltà Manco. Per fortuna, Andrea, è stato bravo a recuperare velocemente per poi partire al contrattacco. Difatti proprio da quel momento, il fighter di Melissano, ha cominciato a sfoggiare tutto il suo repertorio. Nonostante il ritmo asfissiante di Manco, Csipak, si è dimostrato un incassatore eccezionale: peraltro, a mio avviso, il match si sarebbe dovuto interrompere alla quinta ripresa ma l’arbitro ha deciso di proseguire regolarmente fino al termine della sesta ripresa. Tornando invece alla prestazione  di Manco, anche a distanza di molte ore dalla chiusura dell’incontro, continuo a  ripercorrere tutte le fasi di un match che personalmente ho definito d’altri tempi, grazie al mix di forza e tecnica da parte di Manco ma anche al coraggio e, per certi versi, alla “sfacciataggine” dell’ungherese, il quale non ha voluto saperne di andare al tappeto».

A commentare il match, anche il protagonista sul ring, il pugile 20enne di Melissano, al suo secondo confronto in Lega Pro.
«Mi ritrovo ancora un’altra volta a ringraziare tutti quelli che hanno contribuito direttamente ed indirettamente alla mia vittoria di sabato scorso al Palazzetto di Civitavecchia – commenta Manco – dalle persone che mi hanno inviato un semplice commento di auguri alle persone care che mi hanno seguito a Civitavecchia per assistere al match da vicino. Devo dire che sono molto contento della mia prestazione, anche perché ho incontrato un avversario molto scorbutico, il quale si è dimostrato pericoloso. Sicuramente un match che lascia un segno nel mio personale bagaglio d’esperienza e che mi ha fatto capire cose molto importanti: soprattutto un momento indimenticabile per essere stato nello spogliatoio insieme ad altri campioni come Spada, Ndiaye e i fratelli Branco. Veramente un grande regalo, considerato che questi campioni li vedevo solo nei video pubblicati da YouTube; colgo l’occasione per ringraziarli per i consigli che mi hanno dato e ovviamente al contempo ringrazio i miei maestri (Stifani e Conte), gli organizzatori dell’evento, tutta la OPI2000, la mia famiglia e quelle persone speciali che hanno seguito il match dalle scalinate più alte di quelle di un palazzetto; ed infine ringrazio – conclude Manco – il nuovo campione EU Gianluca Branco per avermi fatto assistere ad un match spettacolare».

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

tredici − 6 =