I pm della Procura di Bari, Ciro Angelillis ed Eugenia Pontassuglia, hanno chiesto una condanna a 6 anni di carcere per l’ex vicepresidente della Regione Puglia, Sandro Frisullo, e 4 anni per l’imprenditore Giampaolo Tarantini mentre per l’ex primario di Neurochirurgia dell’ospedale ‘Vito Fazzi’ di Lecce

, Antonio Montinaro sono stati chiesti 2 anni e 8 mesi. Il processo si sta celebrando con il rito abbreviato. La Procura ha chiesto il rinvio a giudizio per altri due imputati, Claudio Tarantini, fratello di Giampaolo, e Vincenzo Valente, ex direttore amministrativo della Asl di Lecce. I 5 sono accusati, a vario titolo, di associazione per delinquere, corruzione, abuso d’ufficio, turbativa d’asta e millantato credito. Secondo le indagini, basate soprattutto sulle intercettazioni e sulle dichiarazioni rese durante alcuni interrogatori da Tarantini, Frisullo avrebbe ricevuto dall’imprenditore barese escort e denaro in cambio di vantaggio per le sue societa’ nell’aggiudicazione di appalti presso la Asl di Lecce. Nel procedimento si e’ costituita parte civile la Regione Puglia.

ATTENZIONE: i commenti non sono moderati dalla redazione, che non se ne assume la responsabilità. Ogni utente risponderà del contenuto delle proprie affermazioni.