Nel pieno convincimento – afferma l’on. Ugo Lisi – che i tagli alla politica non dovrebbero certamente cominciare dai tagli alle province che, in territori come il Salento, rappresentano enti in grado di erogare servizi efficienti e omogenei, non ci è parsa giusta la scelta del governo di azzerare le giunte

, lasciando in carica per qualche mese soltanto i consigli. In Giunta, infatti, come è stato giustamente fatto notare, siedono i consiglieri più suffragati, coloro che sono stati scelti da migliaia di cittadini con il proprio voto.

Il vulnus democratico che si viene a creare con queste decisioni, che mi auguro il Parlamento riuscirà a modificare nell’atto di conversione del decreto, è difficilmente sanabile ed hanno ragione gli assessori della Provincia ad esprimere il loro dissenso, un dissenso pienamente condiviso, proprio nel momento in cui in maniera visibile stavano per cominciare a raccogliersi i frutti di tantissime iniziative poste in essere a tutti i livelli dell’azione politica e amministrativa.

loading...

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

diciotto − 9 =